Settimana di grandi incertezze per Piazza Affari

Monte Paschi di Siena in positivo a Piazza AffariPiazza Affari sembra avere parzialmente esaurito la spinta propositiva derivante dagli annunci di Mario Draghi e, di contro, sembra essere in procinto di affrontare il peso delle criticità internazionali derivanti dalle difficoltà energetiche in Ucraina (prima) e Iraq (poi). Proprio l’escalation di violenza sul territorio iraqeno sta facendo propendere gli analisti verso la considerazione di una possibile guerra civile di larga scala, che potrebbe mettere a rischio le forniture di petrolio e, di conseguenza, ribaltare ben più di qualche stima energetica.

Per quanto attiene invece i titoli azionari, la settimana si è chiusa con una seduta pressochè stabile, e spread intorno ai 140 – 145 punti. A rappresentare oggetto di maggiori attenzioni è ancora Monte dei Paschi di Siena, che dopo le turbolenze dei primi giorni della settimana ha chiuso le negoziazioni in forte rialzo in seguito alle buone notizie provenienti dal maxi aumento di capitale.

Tra gli altri titoli in buono spolvero anche Finmeccanica (influenzata dalla possibile cessione di Drs). Non sorprende – in riferimento alle già annunciate difficoltà internazionali – riscontrare l’incremento di quotazione dei titoli petroliferi internazionali e, in ottica italiana, Eni e Saipem.

Settimana sull’altalena per i bancari. Tra i tanti, segnaliamo la brutta prestazione di Carige, con Barclays che ha confermato l’underweight.

Leave a Reply